giovedì 1 novembre 2012

In fase di atterraggio, aereo torna indietro perché il turno è finito | Fanpage

È incredibile ma l’aereo atterrerà all’aeroporto da cui è partito: devono aver sentito una frase del genere, arricchita dalle dovute scuse, i 40 passeggeri di un volo della compagnia regionale Wideroe, in Norvegia. L’aereo in questione era quasi arrivato a destinazione, mancava davvero poco, quando il comandante ha preso il microfono e ha personalmente annunciato ai passeggeri che doveva tornare indietro, all’aeroporto di partenza lontano centinaia di chilometri. Perché? I membri dell’equipaggio avevano già concluso il loro turno di lavoro per cui quell’aereo, che era praticamente già arrivato a Mosjoen, in realtà non poteva atterrare. Dunque rotta invertita e atterraggio laddove tutti erano partiti. Qualche spiegazione in più ai quaranta passeggeri è poi arrivata dalla compagnia norvegese che ha fatto sapere che la strana decisione del comandante dell’aereo si è resa necessaria a causa delle regole molto severe che ci sono nel Paese del Nord-Europa.
“Regole molto severe sugli orari di lavoro” - Un portavoce della compagnia ha infatti riferito che sfortunatamente l’aereo era decollato con un equipaggio che aveva già finito il suo turno: “Le autorità ci impongono regole molto severe sugli orari di lavoro e non possiamo trasgredirle”. Insomma, se l’aereo fosse atterrato come si aspettavano i 40 passeggeri sarebbe poi rimasto fermo in aeroporto perché non c’era un altro equipaggio pronto e il suo piano di volo serale sarebbe stato annullato finendo per danneggiare un numero maggiore di passeggeri. Cosa hanno fatto dunque i 40 “sfortunati” a bordo? La compagnia norvegese gli ha fornito un alloggio e un altro mezzo di trasporto per poter raggiungere quella che era la loro destinazione finale.


continua su: http://www.fanpage.it/in-fase-di-atterraggio-aereo-torna-indietro-perche-il-turno-e-finito/#ixzz2B0PG8h00 
http://www.fanpage.it


'via Blog this'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget